Quo vadis baby?

Quo vadis baby?

Ciao a tutti. Il tormentone estivo per noi motociclisti è "dove andrà Valentino Rossi?". Voci sempre più insistenti lo vedono in Yamaha. Provo a fare qualche considerazione prima di salutarvi per le vacanze.

Se Rossi tornasse davvero in Yamaha sarebbe una scelta incoerente con la sua presa di posizione del 2010, quando disse "o io o Lorenzo". Ma la coerenza non sempre è sinonimo di giustizia.

A fronte di un errore, qual è stato l'arrivo in Ducati, la coerenza comporterebbe una definitiva condanna per Valentino. E' giusto, quindi, che se un pilota crede di poter lottare per la vittoria, tenti di salire su una moto che glielo permetta.

Per altro verso, però, Lorenzo - soprattutto dopo essere stato preferito a Valentino nel 2010 - è il leader indiscusso della Yamaha. Rossi sarebbe costretto a rientrare in "punta di piedi", quasi ad essere accettato e perdonato dalla Yamaha e da Lorenzo come il figliol prodigo che, dopo un colpo di testa, torna all'ovile chiedendo scusa.

Questo dal punto di vista relazionale. Veniamo, ora, al punto di vista sportivo. Rossi nel 2010 le stava iniziando a prendere da Lorenzo, che vinse il titolo anche grazie all’infortunio di Valentino. Non sapremo mai come sarebbe andata in quell’anno, ma certamente la lotta sarebbe stata serratissima. Ora Lorenzo è cresciuto e Valentino è calato, come è normale che sia. Inoltre, questi due anni in Ducati lo hanno ulteriormente indebolito, a mio avviso, senza contare la scomparsa di Marco. Dobbiamo quindi aspettarci una stagione 2013 di indubbia qualità sportiva, ma credo dobbiamo anche scordaci il Valentino pre 2010. Se non altro, Vale avrà la possibilità di chiudere la carriera dimostrando di essere ancora veloce e non un brocco, come appare in sella alla Ducati. E poi avrà la possibilità di tornare a divertirsi guidando, cosa fondamentale per chi corre in moto. Certo, sarà durissima accettare di perdere la sfida col compagno di squadra, ma è comprensibile che almeno voglia rimettersi in gioco dopo due anni bui.

Non condivido l’opinione di chi reputa Rossi un brocco perché non sa guidare la Ducati. Son certo che, tranne Stoner (che, comunque, ha vinto solo nel 2007 con un motore potentissimo e gomme ad hoc), altri campioni avrebbero grandissime difficoltà a stare davanti con la GP12. Del resto Bayliss è considerato ancora un campionissimo, eppure con la Honda del team Camel-Pons prendeva schiaffi pesantissimi da Biaggi e da molti altri piloti. Ma nessuno lo giudica un brocco. È normale che un pilota preferisca una moto ad un’altra.

L’ipotesi Rossi-Honda era forse la più auspicabile. Ormai era passato molto tempo dal 2003, anno dell’addio, e Honda ha bisogno di un leader carismatico. Però si sa che i giapponesi non dimenticano e, a quanto pare, Livio Suppo è un po’ giapponese di questi tempi. Andare da Gresini con moto ufficiale ha poco senso, perché Repsol non permetterebbe al team satellite di stare davanti al team interno. Se la partita si potesse giocare davvero ad armi pari, allora sarebbe una ipotesi molto interessante: team italiano, ex Simoncelli, tutto concentrato su Rossi, etc. Però le logiche Honda non permettono di rubare la scena al team Repsol.

Restare in Ducati avrebbe senso soltanto se quest’ultima avesse presentato a Rossi un progetto nero su bianco, con una moto completamente riprogettata dal punto di vista della ciclistica e del motore, fatta tenendo a mente le esigenze di Rossi. A quanto pare questo non è accaduto e, quindi, si profilerebbe un altro anno di sofferenze. E a 34 anni il tempo stringe, di brutto!



comments powered by Disqus

Altri commenti

Intiscio

Tutto qua? Un'analisi molto veloce, giusto per mettere a posto la pratica in attesa delle decisione del Dottore....in rete se ne trovano di più approfondite e curate, le considerazioni di cui sopra le abbiamo fatte tutti, da Voi ci aspettiamo qualcosa di più, il colpo di genio, la riflessione profonda che magari cela quella notizia che nessuno sa....vabbè buone ferie!

Inserito: 01 agosto 2012
clonee

Boia Thè sembra un'articolo scritto da quelli del bar sport la domenica sera.. e ti pubblicano ?!?!? Boh.. saranno le vacanze che dire.. poi va bene essere fan di rossi... Stoner e ci ha vinto un mondiale e va bene uno solo.. ma quante volte è stato davanti al paperino giallo ?? Fate voi a me dovete dire che vi ha dato rossi ...

Inserito: 02 agosto 2012
lemon81

Chi scrive sul blog non necessariamente ne sa più degli altri. A volte si, altre volte dice il suo pensiero, condivisibile o meno...

Inserito: 02 agosto 2012
lore-rock

Inserito: 02 agosto 2012
lore-rock

dico solo un paio di cose:
- ezpeleta tempo fa disse "io non sono preoccupato per rossi, il prossimo anno avrà una moto competitiva ma non posso dire cosa"
- il dovi se avesse possibilità di entrare in yamaha in modo ufficiale non sarebbe così arrabbiato
- ben che se ne va in modo brusco

insomma... qualcosa dietro c'è

Inserito: 02 agosto 2012
lemon81

Credo che Ben se ne sia andato perchè il team lo ha messo da parte sin dall'inizio del campionato, quando in realtà l'ipotesi di Rossi sulla Yamaha era ancora del tutto remota. Forse il problema è stato che Ben era molto veloce nei test invernali.
Dovi è incazzato perchè la Yamaha non gli ha dato una risposta fino ad oggi, nonostante i suoi risultati. E' incazzato perchè non è un mondo meritocratico...

Inserito: 02 agosto 2012
Username
Password
Non sei registrato?
Registrati, è gratis!

Commento


Sempre in testa(ta)


Articoli più letti

Articoli precedenti su MotoCorse.com

E' ufficiale: l'establishment ha abbandonato Ben Spies

E' ufficiale: l'establishment ha abbandonato Ben Spies
in Motocordialmente

CIV, Supersport: titolo in anticipo per Ilario Dionisi

CIV, Supersport: titolo in anticipo per Ilario Dionisi
in Campionati e trofei nazionali